home
design e cultura quotidiana

Sao ko kelle terre

Montecassino (Na), 960 d.c.


I quattro placiti capuani registrati tra il 960 e il 963, sono i primi documenti che contengono delle frasi – le dichiarazioni dei testimoni – in volgare italiano. La prima attestazione della nuova lingua è invece quella riportata nel cosidetto indovinello veronese.
 
L'argomento dei documenti conservati nell'archivio del Monastero di Montecassino, è una lite sui confini di proprietà tra il monastero stesso e un feudatario locale, Rodelgrimo d'Aquino. Con questo documento tre testimoni, dinanzi al giudice Arechisi, deposero a favore dei Benedettini con la nota formula "Sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene, trenta anni le possette parte sancti Benedicti", indicando con un dito i confini del luogo che era stato illecitamente occupato dopo la distruzione dell'abbazia nel 885 da parte dei saraceni.

Questa scheda è nella categoria
musei \

Apri il Typo Tour in GoogleEarth
Apri il Sign Tour in GoogleEarth
Vuoi partecipare alla realizzazione del Typo Tour?
Proponi un luogo

Inserito da il 19.07.07 | (0)


Condividi:        



 

Il Grand Tour della tipografia italiana





SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.


Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città