home
design e cultura quotidiana

Fuksas regala

Il sito web dei servizi segreti italiani o, secondo la dizione ufficiale, del "Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica", ha aperto i battenti venerdì scorso con lo scopo di fornire informazioni e documentazione sulle attività istituzionali del Sistema. Il sito si avvale di un nuovo logo realizzato appositamente, e gratuitamente, dagli architetti di grido Massimiliano e Doriana Fuksas.

Gli autori hanno spiegato che hanno voluto realizzare "un simbolo di leggerezza e di libertà" che, attraverso "un segno unico, fluido e ininterrotto", rappresenta "la rapidità con cui le informazioni convergono da più organismi a quello centrale". Una spiegazione che — come spesso succede a noi designer, ammettiamolo! — sembra più Fuffas che altro.

Quello che colpisce di più del nuovo logo è la reiterata affermazione nei comunicati stampa che questo sia stato realizzato dai due architetti come "atto di liberalità", cioè gratuitamente, come un gentile omaggio ai servizi.

Capita spesso, nell'esercizio della professione, di svolgere progetti senza compenso per buone cause senza risorse economiche, infatti la deontologia anglosassone li definisce "pro-bono". Rimane un mistero, naturalmente, come questa definizione di ente morale bisognoso di assistenza professionale possa essere stata attribuita agli 007 italiani dall'architetto che, pur firmando il progetto dell'Expo di Milano 2015, si è sempre distinto per una inflessibile critica alle istituzioni.


Inserito da gianni sinni | 27.10.09 | (8) | Propaganda | stampa |




commenti:

  ...e ci mancava pure che pretendessero fior di quattrini per questo logo da Parrocchia

peter pauli igel il 27 ott 09 alle 09:34

  A distanza di anni ancora mi chiedo il perchè gli architetti ora fanno anche i loghi...

chrlprkr il 27 ott 09 alle 09:55

  [lieve OT]
Per non parlare di validazione ... ma qui Fuffas non c'entra...
[/lieve OT]

lupign il 27 ott 09 alle 10:33

  Recentemente ho scoperto questo: http://designdenhaag.eu/en/

cito: The Government is an important commissioner for the creative sector in the field of public design, architecture and visual communication.

Quando arrivano in Italia si suicidano o cosa?

dc il 27 ott 09 alle 11:54

  papabili

alessio galdi il 27 ott 09 alle 18:49

  anche gli architetti fanno loghi. la nostra professione non è ancora considerata sopratutto dalle istituzioni. ma se ci mettessimo a progettare palazzi?

barba il 30 ott 09 alle 21:11

  Non sapevo che i servizi segreti fossero colombe di pace!

Panzano il 04 nov 09 alle 14:24

  Non sapevo che i servizi segreti fossero colombe di pace!

Panzano il 04 nov 09 alle 14:24

invia un commento
 
apri

 

SocialDesignZine
periodico online
autorizzazione del Trib. di Milano
n. 366 del 11/06/08
anno VI


Aiap

associazione italiana progettazione per la comunicazione visiva

Ultimi commenti


Cerca



Archivi


Notifica



 
Per Cancellarti clicca qui.

Ultime recensioni

Le donne della grafica Utilità manifesta a stampa Interiorae, capitolo terzo Alle basi del graphic design Bello e anche utile

Libri consigliati

Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. UNO Andrea Rauch, Gianni Sinni, SocialDesignZine vol. DUE Il mondo come design e rappresentazione Ellen Lupton, Graphic Design The New Basics Steven Heller, Mirko Ilic, Design Anatomy Albe Steiner, Il mestiere di grafico Italic 2.0 Michael Bierut, Seventy nine short essays on design Progetto grafico Alba. Nuovi manifesti italiani Spaghetti grafica. Contemporary Italian Graphic Design Disegnare le città